Ricambi

 

Trovare i ricambi per il nostro amato gioiellino, a volte può essere molto difficile, soprattutto se non ci si rivolge a chi di dovere e soprattutto ora che la nostra amata ha qualche annetto sulle spalle.

In questa pagina sono elencati alcuni consigli utili per aiutare nella ricerca dei ricambi e degli accessori sia in Inghilterra che in Italia, e per evitare di incappare in spiacevoli situazioni.

 

 

I ricambi in Inghilterra

 

Considerazioni

In Inghilterra c'è solo l'imbarazzo della scelta: è pieno di ricambisti che producono e/o vendono qualsiasi genere di ricambio o accessorio per la Mini. Si va dai semplici bulloni fino ad arrivare addirittura alla carrozzeria completa. Si trovano senza troppi problemi anche ricambi originali o riprodotti per le Mini più vecchie (Cooper, Cooper S MKI, II e III comprese), come lamierati, griglie interni ecc... Chi possiede una Rover poi, non ha nessun problema, visto che è pieno di accessori e ricambi per le Mini più recenti.
La reperibilità di ricambi, o accessori adatti alle Mini Innocenti invece è scarsa: praticamente nessuno o quasi,  ha in catalogo pezzi espressamente prodotti per le Mini italiane. Questo non significa che chi ha una Innocenti deve escludere la possibilità di rivolgersi oltremanica: esistono molti ricambi o accessori che sono adatti a tutte le Mini, comprese quindi le Innocenti.
Per sapere come contattarli e per avere un'idea della disponibilità dei ricambi, basta visitare i loro siti internet, molti dei quali sono presenti nella sezione "Mini Links" del sito e, se questi non sono ancora abbastanza, è consigliabile l'acquisto di
Mini World o Mini Magazine, due riviste inglesi sulle quali trovare tante inserzioni pubblicitarie, anche di ricambisti non presenti ancora su internet. Rivolgiti ad una edicola ben fornita o contattali direttamente via e-mail per un abbonamento.

 

Modalità di acquisto

I ricambi si possono acquistare via posta, via fax, via telefono, via internet o recandosi di persona in Inghilterra. Se si possiede un catalogo l'ordine via fax è forse quello più veloce e sicuro, visto che si può scrivere con calma (ovviamente in inglese) e non c'è praticamente nessun rischio che il proprio numero di carta di credito venga intercettato, lo stesso vale per l'ordine via posta anche se bisogna attendere che il nostro ordine arrivi a destinazione.
Se parlare in inglese non è un problema, la soluzione del telefono può essere la migliore visto che c'è anche la possibilità di chiedere chiarimenti e dettagli vari direttamente durante l'ordine.
Per i ricambisti che possiedono un sito internet c'è la possibilità di inviare l'ordine via e-mail o, in alcuni casi, compilando un modulo direttamente sul sito. Anche in questo caso non ci sono tempi di attesa, dato che sia le e-mail che i moduli arrivano immediatamente a destinazione, l'unico problema è quello che, per forza di cose, bisogna far viaggiare in rete il numero della carta di credito.
Il modo più piacevole è ovviamente quello di recarsi di persona nel negozio ed effettuare gli acquisti dopo aver visionato la merce e con la possibilità di vedere ben più cose di quelle che sono illustrate sui cataloghi. Ovviamente il discorso può rivelarsi conveniente solo se ci si trova in Inghilterra per altri motivi, visto che tra viaggio e permanenza si andrebbe a spendere ben di più che in tutti gli altri modi.
Probabilmente la cosa migliore da fare se non si è sicuri su cosa comprare o se il pezzo sarà poi effettivamente come ci aspettiamo che sia, è quello di rivolgersi a un meccanico specializzato che sarà in grado di consigliarvi e magari di effettuare l'ordine per voi. Questo ultimo caso sarà trattato in maniera più approfondita tra poco.

 

Prezzi

Qualunque acquisto farete in Inghilterra dovrete pagarlo in Sterline (1 Sterlina vale circa 1,30 Euro).
Al prezzo dei ricambi va aggiunto sempre il costo della spedizione che normalmente varia in base al peso e al volume del pacco. Informatevi sempre riguardo al costo della spedizione per evitare di avere spiacevoli sorprese.
Di solito si riesce sempre a risparmiare una buona percentuale del prezzo che si pagherebbe in Italia, anche perché normalmente i ricambi non vengono importati ufficialmente, ma sono ordinati da meccanici e specialisti privati che quindi li pagano quasi il prezzo che si trova  sui cataloghi. La differenza sta ovviamente nel loro guadagno.

 

Tempi di consegna

I tempi di consegna sono abbastanza rapidi: il pacco arriva per posta area, in genere entro 7-10 giorni dal ricevimento dell'ordine, ma ovviamente i tempi variano in funzione della disponibilità degli articoli ordinati, di una eventuale lavorazione specifica (ad esempio una testata comprata da uno specialista verrà lavorata per il cliente e quindi dal momento del pagamento passeranno svariati giorni prima della spedizione) e ovviamente della rapidità da parte del ricambista di evadere gli ordini.

 

I ricambi in Italia

 

Considerazioni, prezzi, modalità di acquisto e di consegna

In Italia c'è un buon numero di ricambisti e officine specializzate in Mini, auto inglesi o auto d'epoca in genere.
Se non se ne conosce nessuno nella propria zona, il modo migliore per trovarlo è rivolgersi ad un Club, cercare sulle pagine gialle o sulle riviste specializzate (Ruoteclassiche, Auto d'Epoca ecc...) o chiedere informazioni nei vari forum presenti su internet.
La disponibilità di ricambi è tutto sommato buona, e anche chi possiede una Innocenti, può trovare quello di cui ha bisogno (magari usato) senza troppi problemi. Per quanto riguarda i prezzi,  non c'è una regola generale: ognuno ha la sua politica di vendita e si possono perciò trovare differenze anche considerevoli. Le modalità di acquisto sono le stesse dei ricambisti inglesi, con il vantaggio però di parlare la stessa lingua e che l'eventuale spedizione sarà sicuramente più economica.

 

Mercato dell'usato

 

Considerazioni

Il mercato dell'usato è un ottimo modo per acquistare o scambiare ricambi e accessori. Si riesce anche a risparmiare parecchio e a trovare, a volte, pezzi che si erano cercati invano per anni.
Il rischio ovviamente è quello di prendere una fregatura, ovvero di comprare un ricambio per la nostra Mini e scoprire poi che è in pessime condizioni o che addirittura non si può montare a causa delle solite differenze tra Austin/Morris, Innocenti e Rover.
Prima di pentirsene quindi, è sempre meglio documentarsi bene sulla compatibilità con la nostra Mini di ciò che si sta per comprare e sul prezzo: non è bello comprare qualcosa usato pensando di aver risparmiato chissà quanto e poi scoprire che, se lo avessimo ordinato in Inghilterra, lo avremmo pagato molto meno e sarebbe stato nuovo di zecca...
Su internet o sulle riviste specializzate in auto d'epoca, è pieno di annunci di ricambi o accessori di ogni genere, ci vuole solo un po' di pazienza e un pizzico di fortuna per scovare l'annuncio a cui siamo interessati.
Altro modo di trovare ricambi usati è quello di rivolgersi agli autodemolitori: ci si perde parecchio tempo ma alcune volte si riesce a trovare ricambi in discrete condizioni e a prezzi molto bassi.
Raramente si trovano Mini Cooper (Autin/Morris, Innocenti o Rover) perché ormai è quasi impossibile che vengano rottamate e, anche nel caso si trovassero, probabilmente saranno già state depredate di quasi tutto a meno di non avere la fortuna di recarsi da un autodemolitore subito dopo l'arrivo della macchina.
La maggior parte delle Mini rottamate saranno le versioni meno ricercate, i modelli 1000 o 850 non Cooper e in casi rari, qualche Clubman o Innocenti 1000/1001, ma chiaramente c'è sempre l'eccezione che conferma la regola...e soprattutto c'è sempre la possibilità di trovare modelli a prima vista "poveri" ma che in realtà sono stati personalizzati con tanti accessori prima della rottamazione. Quindi mai trascurare una Mini rottamata: guardandola con attenzione infatti potremmo scoprire che è dotata degli accessori o delle parti di ricambio di cui eravamo alla ricerca.

 

eBay

 

Considerazioni

Un discorso a parte merita eBay, il sito di aste online che negli ultimi anni si è diventato di uso comune per la maggior parte dei "navigatori" di internet.
Su eBay si trova praticamente di tutto e il discorso è chiaramente valido anche per quanto riguarda la Mini, con centinaia di ricambi e accessori in vendita, per tutti i modelli e le varianti prodotte. Chiaramente i pezzi più rari da reperire saranno più difficili da trovare, ma con un po' di pazienza e una ricerca attenta e ripetuta nel tempo, prima o poi apparirà l'asta con in vendita l'oggetto che stavamo cercando.
Le aste normalmente sono gestite da privati, che magari per mancanza di spazio decidono di liberarsi della roba accumulata in garage o in cantina, ma spesso capita di trovare inserzionisti professionisti che usano eBay per rivolgersi ad un maggior numero di clienti. In entrambi i casi, la trattativa potrà essere portata a buon fine senza troppe complicazioni e l'acquisto potrà essere soddisfacente sia per il compratore che per l'acquirente.
Anche in questo caso la cosa principale è assicurarsi che il pezzo di ricambio o l'accessorio sia compatibile con la nostra Mini e, in caso di dubbi, chiedere al venditore, tenendo sempre presente che non tutti i venditori sono anche degli intenditori. Questo significa che chi vende un pezzo per la Mini non necessariamente è a conoscenza della compatibilità o meno con un modello in particolare. Quindi chiedere al venditore informazioni è sempre consigliabile, ma non bisogna fidarsi ciecamente della sua risposta, perchè potremmo finire con comprare qualcosa di inutilizzabile. Ovviamente se il venditore è conosciuto ed è un noto conoscitore della Mini (su eBay ce ne sono alcuni) il problema non si pone e ci si potrà fidare tranquillamente della sua risposta.

 

Prezzi, pagamenti e tempi di consegna

I prezzi ovviamente variano in funzione dell'andamento dell'asta: maggiore è il prezzo di partenza, maggiori sono le offerte e maggiore sarà il prezzo finale.
Attenzione ai prezzi troppo alti e alle aste "pilotate", cioè con offerte fatte da utenti con pochissimi "feedback" che spesso sono ad opera dello stesso venditore per garantirsi un prezzo finale più alto.
I metodi di pagamento variano in base alle opzioni scelte dal venditore ma normalmente i pagamenti si effettuano in contanti alla consegna (se venditore e compratore sono della stessa zona è il metodo migliore), attraverso bonifici, vaglia ecc... o chiaramente con la solita carta di credito, che rimane il metodo più veloce e comodo. Anche in questo caso va prestata la massima attenzione usando la carta di credito per evitare truffe.
I tempi di consegna variano in funzione del luogo di partenza del pacco e della velocità dell'acquirente nel finalizzare il pagamento e del venditore nello spedire il pacco.

 

privacy policy
cookie policy

disclaimer